We use cookies to improve your online experience. For information on the cookies we use and for details on how we process your personal information, please see our cookie policy . By continuing to use our website you consent to us using cookies.
SHIMANE
  • TOKYO
  • SHIMANE

LATEST TREND & TRADITIONAL CULTURE

Harajuku, uno dei quartieri giovanili più celebri di Tokyo, è la culla di molte nuove mode della cosiddetta cultura kawaii. Comincia dalla Takeshita-dori, via in cui si affollano in ogni momento del giorno e della notte i giovani (ma non solo) di tutto il Giappone e d'oltremare. Poi vola a Shimane per visitare il Gran tempio scintoista di Izumo-Taisha, che secondo la mitologia vede riunirsi la miriade di divinità che popolano la religione indigena del paese. Questo è un viaggio alla scoperta delle due facce opposte di una terra in cui tradizione e modernità si fondono in un tutt'uno armonioso.

Official Tokyo Travel Guide
https://www.gotokyo.org/it/

Local government official website
http://www.kankou-shimane.com/en/

I viaggiatori

  • Traveled : September 2018 Joanna Lemanska
    Blogger di viaggi
    Risiede a Di origine polacca
  • Traveled : September 2018 Aala Kanzali
    Narratore di viaggi e di stili di vita
    Risiede a Tokyo
    Paese d'origine: Francia

Aeroporto di Parigi Charles de Gaulle

JAL046 Come arrivare dal tuo paese

  • Joanna Lemanska

    È difficile immaginare un modo migliore per giungere in Giappone che un volo diretto con la compagnia aerea JAL. Dodici ore di volo non sono poche, ma il tempo è passato più velocemente di quanto immaginassi grazie al sistema d’intrattenimento AV di bordo, ai pasti e alla professionalità degli assistenti di volo. Un’esperienza più che perfetta che ti mette subito di buon umore non appena tocchi terra.

Aeroporto internazionale di Tokyomore

Aeroporto internazionale di Tokyo

Uno dei principali punti di accesso a Tokyo, conta diverse strutture commerciali e dalla piattaforma panoramica all'ultimo piano del terminal passeggeri, accessibile anche a chi non deve volare, si domina l'intera baia di Tokyo.

Area metropolitana di Tokyo

Primo giorno

TOKYO

Shibuyamore

Shibuya

A Shibuya, fulcro delle culture giovanili, si è costantemente immersi in un'atmosfera di fervente entusiasmo, ad esempio nei ristoranti, pub, discoteche e locali per concerti dal vivo più alla moda e nei numerosi grandi magazzini e negozi. Inoltre, Shibuya è senza dubbio la meta di chi desidera acquistare gli articoli del mondo "kawaii" che spesso compaiono anche sulle riviste e di chi ama raffinati caffè o spuntini a prezzi particolarmente convenienti. Da non perdere, la statua del cagnolino Hachiko e il famoso incrocio di Shibuya davanti alla stazione, e a poca distanza il parco Yoyogikoen, un'oasi verde che nei fine settimana ospita varie iniziative.

  • Joanna Lemanska

    Da tempo volevo vederla, e finalmente eccomi qua. Punto di partenza la perennemente affollata stazione ferroviaria di Shibuya e a due passi la celebre statua di Hachiko che parla della commovente storia di amicizia tra un cane e il suo padrone. Ma sempre lì c'è l’universalmente famoso incrocio che oltre ad essere un interessante soggetto sociale è sempre spunto di curiose fotografie.

    Sempre a Shibuya si trova questo ristorante di cucina giapponese che mi è piaciuto soprattutto per la leggerezza del cibo e l’ottimo bilanciamento di sapori.

  • Aala Kanzali

    Normalmente sono due le attrazioni di riferimento a Shibuya: la statua di Hachiko, il fedele quattrozampe, e il leggendario attraversamento pedonale multi-direzione. Io aggiungerei anche il tempio Konno Hachiman-gu, ancor poco conosciuto al turismo di massa, per apprendere qualcosa di più della storia della capitale.

    Ecco un modo originale per conoscere i sapori della cucina giapponese attraverso un nuovo abbinamento di piatti. Su prenotazione si può anche pranzare in una saletta privata.

Treno JR della Yamanote Line
Stazione di Shibuya → Stazione di Harajuku
Circa 3 minuti

Takeshita Street (Harajuku)more

DESTINAZIONI RACCOMANDATE

Takeshita Street (Harajuku)

È la via principale di Harajuku ed è ricca di negozi specializzati in prodotti "kawaii" provenienti da tutto il Giappone. Lunga 350 metri, vi si trova di tutto, dagli accessori di moda agli articoli più svariati, dalle crêpe alle onnipresenti cabine per foto creative (perikura) e ai negozi di prodotti da 100 yen, ma molto altro ancora. Per questo è sempre molto affollata, soprattutto nei fine settimana e durante le vacanze estive e i turisti stranieri non mancano mai. Da lì si diramano anche viuzze con ristorantini molto popolari subito identificabili dalla lunga coda. All'incrocio che segna il termine della Takeshita Street si trova il centro d'informazioni turistiche di Harajuku.

  • Joanna Lemanska

    È una via pedonale sempre super affollata del quartiere di Harajuku: i negozi d’improbabile abbigliamento per giovani, caffè specializzati in cocktail variopinti, bancarelle di pancake e persino un gigantesco arcobaleno di zucchero filato. Di tutto si trova e c’è da spendere ore a causa dell’indecisione!

    È un’altra zona pedonale nel medesimo quartiere di Harajuku in cui altri negozi e caffè contribuiscono a creare un’atmosfera del tutto particolare. È però molto meno affollata, il che è una manna per chi come me appena può preferisce camminare in tranquillità.

  • Aala Kanzali

    Se chiedete ai più giovani (ma non solo a quanto sembra), con i suoi colori e la perenne vivacità questa è una delle vie più famose di Tokyo. Oltre alla passeggiata in sé stupiscono i molti e a volte un po’ stravaganti negozi e le infinite opportunità di scattare foto del tutto uniche nella capitale del cosiddetto mondo kawaii.

    Letteralmente significa “dietro Harajiku” ed è una fitta rete di viottoli con innumerevoli boutique e caffè. Benché si trovi nelle immediate vicinanze della Takeshita Dori e della elegante Omotesando, ha una personalità piuttosto individualistica e per questo negli ultimi anni è oggetto di particolare attenzione da parte di un certo tipo di consumatore.

A piedi
Stazione ferroviaria di Harajuku → Stazione di Meiji-jingumae
Circa 7 minuti

Metro della Tokyo Metro Fukutoshin Line (servizio diretto lungo la Tokyu Toyoko Line)
Fermata di Meiji-jingumae → Fermata di Daikan-yama (nelle immediate vicinanze)
Circa 5 minuti

Daikanyamamore

Daikanyama

È qui che solitamente nascono le nuove mode giapponesi. Nota anche per gli astronomici prezzi immobiliari, vi si trovano altresì diverse ambasciate e residenze straniere che contribuiscono a conferire al luogo un'atmosfera ancor più cosmopolita. Tra le più importanti vie che si diramano dalla stazione di Daikanyama spiccano la Hachiman, che si estende sino a Shibuya, la ex-Yamate che conduce sino a Komaba e la Komazawa sino a Ebisu. Daikanyama è molto frequentata anche grazie alla Hillside Terrace, complesso polifunzionale che con i suoi prestigiosi negozi e ristoranti è il maggior simbolo del luogo proprio per ciò che offre in fatto di shopping e cucina. E nonostante l'ubicazione centralissima (se così si può dire visto che Tokyo conta molte zone centrali) gli alti alberi che costeggiano queste strade conferiscono a un quartiere così speciale anche una certa aria vacanziera.

  • Joanna Lemanska

    È in quest’altro quartiere di Shibuya, il più elegante, che abbiamo visto la Kyu Asakura, una magnifica e magnificamente mantenuta residenza privata costruita nel 1919 che continua ad affascinare con il suo stile di costruzione e arredamento tradizionale. Interamente di legno e con un giardino curato quasi maniacalmente, è un vero gioiello nascosto in città. Daikanyama offre anche una moltitudine di quiete stradine, ma a me è particolarmente piaciuta la libreria Tsutaya per via del moderno e confortevole design e proprio verso la fine della visita un negozietto di macchine fotografiche d’altri tempi. Anche là mi ci sarei voluta fermare un po’ per curiosare tra tutti quei corpi macchina, obiettivi e accessori d’altri tempi.

    Piccolo e con pochi tavoli, coglie di sorpresa soprattutto per l’atmosfera tranquilla che invita a concentrarsi interamente su pesce crudo, verdure fresche e un buon bicchiere di vino bianco.

  • Aala Kanzali

    Ecco invece un’altra area di Tokyo che ha fatto la propria fortuna creandosi nel tempo un’immagine di eleganza, adattamento alle ultime mode e grande dinamismo commerciale. Ciò non significa che escluda i più giovani, soprattutto ragazze, che infatti si vedono passeggiare in gran numero, bere qualcosa a un tavolo dei molti caffè di lusso, naturalmente chiacchierare oppure leggere un libro.

    Dall’ambiente semplice ma raffinato, immediatamente si presenta come ristorante d’alto profilo. Anche la cucina segue lo stesso principio e i sapori sono un misto di giapponese e francese.

Shibuya Granbell Hotel

  • Joanna Lemanska

    Sobrio ma elegante, è il luogo perfetto per chi ama una doccia quasi bollente e un letto extra comodo dopo una giornata faticosa per un sonno senza interruzioni prima della colazione.

  • Aala Kanzali

    Strategicamente posizionato nel cuore di Shibuya, offre camere bene attrezzate per notti all’insegna del comfort più completo.

Secondo giorno

CHUGOKU(SHIMANE)

Aeroporto internazionale di Tokyo

JAL (JAL Japan Explorer Pass) Dettagli

  • Joanna Lemanska

    Il sedile comodo, lo spazio abbondante per allungare le gambe e la riservatezza degli assistenti di volo possono anche indurre al sonno, ma a me non hanno impedito di rimanere con il naso incollato al finestrino subito dopo il decollo per vedere Tokyo da così in alto e scattare foto a raffica.

  • Aala Kanzali

    A Shimane abbiamo volato con JAL e il breve viaggio è stato molto comodo e reso ancor più gradevole dalla perfetta organizzazione.

Aeroporto di Izumo (Enmusubi)more

Aeroporto di Izumo (Enmusubi)

Porta di accesso alla provincia di Shimane, l'aeroporto di Izumo è vicino a svariate località d'interesse turistico quali il grande tempio di Izumo Taisha e le miniere d'argento di Iwami Ginzan. È altresì disponibile un servizio di noleggio auto.

[Autobus Ichibata] Aeroporto di Izumo Enmusubi --> Gran tempio di Izumo Taisha
40 minuti
oppure
[Autobus Ichibata] Aeroporto di Izumo Enmusubi --> Stazione di Izumo-shi
25 minuti
Stazione ferroviaria di Izumoshi --> Fermata Izumotaisha seimon-mae
20 minuti

Gran tempio di Izumo Taishamore

DESTINAZIONI RACCOMANDATE

Gran tempio di Izumo Taisha

L'antico tempio di Izumu è citato anche nel Kojiki, la più antica cronaca del Giappone, ed è stato designato tesoro nazionale. Il kagura, luogo dedicato alle danze sacre, è adornato con una fune di cinta che con i suoi tredici metri di lunghezza e cinque tonnellate di peso isola la zona consacrata. È una delle più grandi del Giappone. Secondo la leggenda, nel mese di ottobre secondo il calendario lunare qui si riuniscono le molte divinità da tutto il Giappone per incontri guidati da sensali.

  • Joanna Lemanska

    Quel giorno la pioggia non faceva che aggiungere un alone di mistero alla già esoterica atmosfera in cui questo tempio scintoista è avvolto. Ma dalle nostre guide abbiamo appreso che una volta l’anno qui s’incontrano tutte le divinità dell’universo scintoista per decidere varie cose, tra queste sull’amore umano. Forse è proprio per questo che durante la visita abbiamo incrociato diverse coppie che attendevano il proprio turno per sposarsi con rito religioso.

    Dedicato alla storia della regione, espone una collezione permanente che comprende anche molti oggetti bronzei del tempio di Izumo. Da buon fotografa non mi è sfuggita la splendida costruzione che lo ospita, caratterizzata soprattutto da linee pulite e da quel modo geniale di sfruttare l’illuminazione naturale.

    Come dice il nome del ristorante, la loro specialità, che è anche la specialità dell’intera regione, è la soba, la pasta giapponese di grano saraceno. Non si può immaginare un posto migliore per uno dei cibi più amati da questo popolo.

    Con un mare e un cielo normalmente da favola, il vialetto che conduce al bianco faro di Hinomisaki normalmente è un momento di piacere, una festa per gli occhi e lo spirito.

    Quando ci siamo arrivate noi però il tempo era brutto e l’escursione in barca era stata annullata. È un luogo unico, non solo per l’alta concentrazione di spiagge sabbiose ma anche per la più grande clessidra sospesa al mondo.

  • Aala Kanzali

    È indubbiamente una meta da non perdere, perché oltre all’imponenza della costruzione e nonostante la folla di visitatori mantiene la tipica calma religiosa dei templi shintoisti.

    Inaugurato nel 2007, offre un’opportunità eccellente per conoscere la storia della cittadina di Izumo oltre naturalmente a quella del tempio, nonché vedere i magnifici oggetti di bronzo lì esposti.

    Un pasto semplice ma semplicemente squisito! Nei pressi dell’Izumo-Taisha c’è questo famoso ristorante di soba, la pasta di grano saraceno che in Giappone si trova ovunque, che qui è un po’ speciale e si chiama, appunto Soba di Izumo.

    Il tempio di Hinomisaki colpisce per il suo color vermiglio e il paesaggio caratterizzato dall’immediata vicinanza al Mar del Giappone. Questo vivido colore e il profumo di aria marina bastano per risvegliare i sensi e attraverso questi sentire nel profondo questo spazio speciale. Anche il faro è molto bello e specialmente al tramonto si trasforma in un classico soggetto fotografico.

    Dire originale è l’unico modo per descriverlo. In genere non ci si aspetta molto da un museo tutto centrato sulla sabbia, ma a parte alcune attività mirate alle persone di un po’ tutte le età, di particolarmente interessante c’è l’enorme clessidra che conta ben trecentosessantacinque giorni, la più grande al mondo.

[Ferrovia Ichibata] Stazioni di Izumotaisha-mae --> Kawato
Circa 10 minuti
<Cambio per la stazione di Dentetsu-Izumoshi>
Stazione di Dentetsu-Izumoshi
Circa 10 minuti

[Linea ferroviaria JR Sanin per Masuda] Stazioni di Izumoshi --> Yunotsu
Circa 1 ora

Ryokan Nogawaya

  • Joanna Lemanska

    Il ryokan riservato per questa notte, interamente di legno, straripa di fascino antico nonostante le molte decorazioni moderne. La cena è stata a base di verdure fresche, pesce e frutti di mare di una squisitezza tutta da raccontare.

    La giornata non era ancora finita, perché dopo cena c’era ancora spazio per qualcosa d’interessante: uno spettacolo Iwami Kagura al tempio scintoista di Ryuonzaki, a Yunotsu. Veramente ne abbiamo visti due, ammirando in continuazione quei costumi fantastici e nelle pause apprendendo qualche nozione di mitologia giapponese e, di tanto in tanto, trovandoci a ridere insieme agli altri spettatori.

    La sua costruzione risale agli inizi del ventesimo secolo. Prima che m’infilassi nel tanto atteso futon preparato in nostra assenza, doveroso è stato un bagno rilassante nelle calde acque dell’onsen privato.

  • Aala Kanzali

    Per cena qui abbiamo scelto cucina occidentale, molto buona e molto ben servita in un ambiente raffinato i cui colori fanno pensare più a un laboratorio che a un ristorante.

    Sono danze entusiasmanti d’ispirazione religiosa scintoista. Per apprezzarle appieno nella loro dinamicità e possibilmente seguire meglio le storie che raccontano è preferibile stare ai primi posti, d’altra parte come in un qualsiasi teatro.

    L’ambiente, i colori, tutto insomma, fanno pensare a un ryokan con una certa storia, come in effetti è, e ogni dettaglio è così ben concepito da rendere le notti veramente confortevoli.

Terzo giorno

Ryokan Nogawaya

[Linea ferroviaria JR Sanin per Yonago] Stazioni di Yunotsu --> Odashi
Circa 20 minuti

[Linea Omori degli autobus Iwami Kotsu] Fermate Odashi --> Omoridaikansho-ato
Circa 25 minuti

Miniera d'argento di Iwami Ginzan (Patrimonio dell'umanità)more

Miniera d'argento di Iwami Ginzan (Patrimonio dell'umanità)

Nel suo periodo di maggior gloria questa miniera di argento era la più grande del Giappone e contribuiva alla produzione di un terzo di tutto l'argento mondiale. L'intera area fa ora parte del patrimonio mondiale dell’umanità.
Il distretto di Omori vanta diverse costruzioni storiche preservate nello stato originale, tra queste alcune residenze di samurai e mercanti del periodo di Edo (1603-1868) nonché la residenza della famiglia Kumagaya. Il caffè ricavato in una vecchia dimora è un luogo molto popolare per trascorrere piacevoli momenti di relax.
Ci vogliono circa 40 minuti a piedi per raggiungere il tunnel della Ryugenji Mabu*, la famosa miniera di argento. Si consiglia perciò di vestire in modo comodo.

  • Joanna Lemanska

    È una delle miniere d’argento più grandi del Giappone che nel momento di maggior picco riuscì a produrre circa un terzo della produzione mondiale di allora. Oggi è un sito patrimonio dell’umanità. Appartenente alla cittadina di Oda, nel museo si documentano ampiamente la storia della miniera e le tecniche usate allora per estrarre l’argento, il tipo d’introduzione che ci vuole prima di entrare in quei cunicoli ormai vuoti.

    Siamo arrivati giusto in tempo per ammirare questo parco in tutto il suo verde splendore, e la pioggia non ci ha fatto desistere dal rimanervi a lungo. Poi ci siamo diretti verso la galleria aperta al pubblico, la Ryugenji.

    Questo interessante villaggio di vecchie case di legno non è da meno nemmeno sotto la pioggia. Nel tempio di Rakan-ji molti ponticelli di pietra conducono alle famose statue di Budda erette in tre grotte. Consiglio di visitarle.

    È un ristorante adatto per chi desidera mangiare giapponese in un’atmosfera molto tradizionale.

  • Aala Kanzali

    Letteralmente “montagna dell‘argento di Iwami”, è una delle miniere più rappresentative del passato minerario del Giappone. Bella è anche la natura che conduce al tunnel, che al pensiero di quanto doveva essere rumorosa l’attività contrappone un silenzio oltremodo riposante. Dal 2007 sia la miniera sia il “paesaggio culturale” fanno parte del patrimonio dell’umanità. Anche per questo vale la pena andare a vederla.

    Queste vecchie ma ancora battutissime stradine contribuiscono grandemente alla magia di questa visita.

    Ancora più Giappone storico, tradizione e colori della natura: tutto questo s’incontra nel villaggio di Omori, un altro luogo ideale per foto memorabili.

    Un pranzo semplice ma gustoso a base di pesce appena pescato preparato in diversi modi, in più l’ambiente minimalista e tipicamente giapponese sono ciò che più contribuisce al fascino di questo ristorante.

[Linea Omori/Oe degli autobus Iwami Kotsu] Fermate Omoridaikansho-ato --> Odashi
Circa 25 minuti

[Treno espresso JR per Yonago, treno espresso limitato per Tottori e altri]
Stazioni di Odashi --> Matsue
Espresso: circa 1 ora e 25 minuti
Espresso limitato: circa 55 minuti

Circa 30 minuti a piedi dalla stazione di Matsue o
fermata n. 7 della stazione di Matsue
Linea autobus dei laghi per Otemae 10 minuti

Castello di Matsuemore

Castello di Matsue

Costruito quattrocento anni fa, è uno dei cinque castelli giapponesi provvisti di torrione ed è stato designato tesoro nazionale. Dal torrione si gode una vista a 360 gradi sull'omonima città.
Attorno alla costruzione si estende un sentiero dal quale si possono ammirare i vari fiori stagionali, in particolare rododendri e camelie, mentre durante la fioritura dei ciliegi si tiene il festival del castello (Oshiro Matsuri), altra importante occasione che attrae una moltitudine di turisti.
Le barche turistiche sull'Horikawa, che percorrono i 3,7 chilometri attorno al fossato del castello, offrono altresì una romantica vista su un'antica residenza di samurai, sulla Shiomi Nawate Street e su altri luoghi di grande importanza storica.

  • Joanna Lemanska

    Mi vergogno un po’ di dirlo, ma nonostante sia stata diverse volte in Giappone non ho mai visitato un castello... e infatti mi rendo conto che avrei dovuto farlo prima. Grazie ai tetti lievemente curvi che gli conferiscono una certa eleganza, pur essendo molto imponente il castello di Matsue è anche aggraziato. Ma la parte più interessante viene quando vi si entra e se ne legge la storia. È uno degli ultimi torrioni sopravvissuti ai secoli che rimangono in Giappone, molti altri essendo stati ricostruiti, e quando si sale sul punto più alto si aprono davanti a sé l’intera città e i dintorni offrendo una serie di viste molto belle. Altra occasione per scattare foto molto originali.

    Dopo la visita al castello ci saremmo dovuti imbarcare per un giro sul fiume Horikawa. Ma no, ancora una volta il brutto tempo ci ha costretto a un programma di ripiego. Ma non tanto di ripiego direi, perché questa casa da tè situata nel giardino Meimei-an, sempre a Matsue, ci ha ampiamente ripagato. Non c’è posto migliore di questo per ritrovare la tranquillità.

  • Aala Kanzali

    È uno dei dodici castelli giapponesi rimasti ancora intatti dalla costruzione originaria, ed è anche uno dei più interessanti dato l’ambiente in cui sorge e la nera struttura lignea. Infatti emana tutta la magia dei veri castelli giapponesi, resa ancor più intensa dall’aspetto del tutto unico nel paese e dalla magnifica vista di Matsue dalla sua cima.

    Dopo la visita al castello abbiamo trovato in perfetto tema passare a una casa tradizionale da tè, la MeiMei-an con lo splendido giardino. Il suo fascino è tutto nella semplicità architettonica, ma la tipica quiete che vi si respira non sarebbe completa se non se ne approfittasse per una tazza di matcha mentre si rimane in fissa contemplazione del giardino. Un’altra esperienza tutta giapponese, non v’è dubbio.

[Autobus Ichibata] Fermate Kokuhomatsuejokenchomae --> Tamatsukuri Onsen
Circa 40 minuti

Hotel Gyokusen

  • Joanna Lemanska

    Un’altra notte l’abbiamo trascorsa qui e al ristorante siamo rimasti senza parole davanti alla bellezza delle stoviglie e alla fantastica presentazione dei piatti. Oltre al buon pesce, alla fragrante insalata e alla zuppetta dai nuovi sapori (per me almeno) ci hanno servito anche la carne bovina della regione.

    La splendida lobby con vista sull’altrettanto splendido giardino è il biglietto da visita dell’hotel e fa immaginare il livello di comfort delle camere.

  • Aala Kanzali

    Di qualità eccellente, comprende le molte portate tipiche della cucina kaiseki, una delle più raffinate della cultura gastronomica giapponese e la cui qualità va sempre di pari passo con quella della presentazione e del servizio.

    Uno dei migliori hotel di Matsue per senso dell’ospitalità e qualità del servizio, è anche in posizione ottimale per visitare i dintorni della città.

Quarto giorno

Hotel Gyokusen

[Autobus Ichibata]
Fermate Tamatsukuri Onsen --> Tamatsukuri Onsen 
Circa 10 minuti

[Treno espresso JR per Tottori, linea Sanin per Yonago e altri]
Stazioni di Tamatsukuri Onsen --> Yasugi
Locale Circa 45 minuti
Espresso Circa 25 minuti

  • Joanna Lemanska

    Ci siamo arrivati dopo una temprante passeggiata mattutina in questa vegetazione lussureggiante, purtroppo sempre sotto la pioggia.

    Shimane è un’altra area del Giappone dove fanno del sakè squisito. Infatti è una terra generosa di acque cristalline, riso di eccellente qualità e, soprattutto, produttori esperti da generazioni, i tre ingredienti principali della bevanda alcolica tradizionale giapponese.

  • Aala Kanzali

    Molto storico e incastonato in una ricca natura, infonde immediatamente un profondo senso di calma interiore ed è altresì un ottimo soggetto fotografico.

    Ora che il sakè è molto conosciuto anche nel mondo occidentale, apprendere i rudimenti della sua preparazione, soprattutto la fermentazione, è il modo migliore per apprezzarlo come fanno i giapponesi.

[Autobus-navetta gratuito]
Fermate Yasugi --> Museo dell'arte di Adachi Circa 20 minuti

Museo dell'arte di Adachimore

Museo dell'arte di Adachi

Il museo è situato in un giardino di 165 mila metri quadrati che per sedici anni di seguito si è classificato primo nella graduatoria stilata dal The journal of Japanese Gardening e ha inoltre ricevuto ben tre stelle dalla Michelin Green Guide Japan, la celebre guida di viaggi pubblicata in Francia.
Molto popolari sono anche le collezioni di dipinti giapponesi, tra queste in particolar modo quella di Yokoyama Taikan.

  • Joanna Lemanska

    Espone una ricca collezione di arte moderna giapponese comprendente alcune opere di Yokoyama Taikan, tra queste la famosa Foglie d’autunno che in un sol dipinto esprime quanto di meglio la pittura giapponese moderna possa offrire. Ma spesso si è indotti a distogliere lo sguardo da queste opere per posarlo invece sul magnifico giardino che circonda il museo. Concepito come vero e proprio quadro vivente da contemplare anche attraverso le numerose finestre che vi fanno da cornice, è una meraviglia di armonia estetica che spiega perché è considerato uno dei più belli del Giappone.

    Questo ryokan è specializzato in questo specifico tipo di cucina buddista completamente vegetariana, un’altra nuova scoperta di sapori per me che non avevo mai provato qualcosa di simile. Ma l’esperienza gastronomica in sé non era tutto, perché ad aggiungere altro fascino alla calma sorprendente di questo ambiente è stato il tempio Zuikoyama Kiyomizu, a poca distanza da là.

    A Mihonoseki c’è questo piccolo porto peschereccio popolato delle caratteristiche abitazioni di legno del luogo ove il turismo di massa ancora non è arrivato. Infatti sembra di varcare la soglia tra due ere, ottima immagine per chiudere la visita alla zona di Shimane.

  • Aala Kanzali

    Non solo arte moderna, ma anche uno dei più splendidi giardini tradizionali giapponesi! Intricato nella sua semplicità, è stato concepito per dare al visitatore l’impressione di ammirare le opere come se fossero vive, con una dovizia di dettagli incantevolmente definiti per giungere a una composizione che comprende altresì la natura circostante.

    È una cucina buddista completamente vegetariana che anche i non vegetariani troveranno assolutamente squisita e leggera. Perché? Semplicemente perché tutti gli ingredienti sono di alta qualità, saporiti come madre natura ha voluto che fossero e, naturalmente, salutari. Nonostante la loro leggerezza contribuiscono a fare un pranzo completo che dato l’ambiente non può che soddisfare chiunque.

    Essenziale nelle forme e nell’aspetto, spicca per i legni lasciati a nudo. È tuttavia imponente e offre l’opportunità di vedere da vicino le cerimonie tradizionali. A completare questa visita due passi nei veicoli di Mihonoseki, che valevano ogni secondo.

[Autobus-navetta gratuito]
Museo dell'arte di Adachi --> Stazione di Yasugi
Circa 20 minuti

[Treno espresso JR per Izumoshi e linea Sanin per Nishi-Izumo]
Stazioni di Yasugi --> Matsue
Treno locale: circa 20 minuti
Treno espresso: circa 15 minuti

[Autobus-navetta dell'aeroporto]
Stazione di Matsue --> Aeroporto di Izumo Enmusubi
30 minuti

Aeroporto di Izumo Enmusubi

JAL (JAL Japan Explorer Pass) Dettagli

  • Aala Kanzali

    All’aeroporto di Izumo la scelta per cena è stata particolarmente facile: sora-ben, il cosiddetto "bento del cielo". Per chi ancora non lo sapesse, il bento è il popolare pasto fisso pre-confezionato in vassoietto che risulta particolarmente comodo per i viaggiatori o per chi non ha tempo a sufficienza per un pasto più formale, oppure non vuole spendere tanto ma egualmente saziarsi. Il sora-bento è invece la versione che si trova solo negli aeroporti.

Aeroporto internazionale di Tokyo

  • Joanna Lemanska

    Pur corto che sia, questo viaggio in Giappone tra la modernissima Tokyo e la remota area di Shimane è stato per me una nuova esperienza che non ha fatto altro che accrescere il mio interesse per questo paese. Lo ritengo infatti un itinerario ottimale per chi è interessato a conoscerne due volti così diversi in una pletora di cose nuova da vedere e sentire, non ultima una cucina dalle molte deliziose sorprese.

  • Aala Kanzali

    Questo particolare itinerario, estremamente piacevole in tutti i suoi aspetti, ci ha offerto un mix originale del massimo della modernità giapponese — Tokyo — e di un classico esempio di stile di vita rurale, a Shimane, sul Mar del Giappone, ove le serene bellezze naturali e il calore della gente di provincia esprimono l’autentica cultura tradizionale di questo fantastico paese.

RACCOMANDAZIONI DI VIAGGIATORI

Shibuya, uno dei distretti più palpitanti di Tokyo, e Harajuku, la culla della cultura giovanile “kawaii”. Poi Shimane, quasi dall’altra parte del Giappone per respirare la storia e vedere alcuni dei luoghi sacri più amati dai giapponesi. Dunque, da un lato le tendenze più moderne e tecnologiche e dall’altro una cultura tradizionale che non accenna a indebolirsi.

Joanna Lemanska
Blogger di viaggi
Risiede a Di origine polacca
  • Hobby

    Viaggiare

  • Numero di viaggi in Giappone

    2 volte

RACCOMANDAZIONI DI VIAGGIATORI

Sono sicuro che questo tipo d’itinerario è adatto per chi, come me, desidera scoprire l’essenza del Giappone sentendo prima tutta l’“atmosfera” di Tokyo, poi cercando la cultura più tradizionale in un’area più periferica ma non eccessivamente lontana come Shimane.

Aala Kanzali
Narratore di viaggi e di stili di vita
Risiede a Tokyo
Paese d'origine: Francia
  • Hobby

    Passeggiare, viaggiare, cucina e fotografia

  • Permanenza a Tokyo

    Residente in Giappone dal 2011

Altri itinerari raccomandati nella stessa area

Condividi questa pagina!

Mezzi di trasporto raccomandati

Itinerari panoramici raccomandati

Altri itinerari seducenti

Back to Top

COPYRIGHT © CHUGOKU+SHIKOKU × TOKYO ALL RIGHTS RESERVED.